Delitto di Usura

Movimento Vittime dell'Usura e della Estorsione Bancaria.
Assistenza Informativa, Tecnica e Legale

Contatti telefonici: 342 0504778 - 331 9523745


Le somme illegittimamente addebitate prima della chiusura del conto corrente sono esigibili.

Sovente viene sollevata dall’istituto di credito l’eccezione di inammissibilità della domanda di ripetizionedelle somme illegittimamente addebitate alla stregua dei principi enunciati dalla nota sentenza n. 24418/2010 delle Sezioni Unite civili, che escluderebbero la possibilità per il cliente di agire per la ripetizione di quanto indebitamente annotato su un conto ancora aperto.
Con la suddetta sentenza la S.C. ha ritenuto che "il pagamento, per dar vita ad un’eventuale pretesa restitutoria di chi assume di averlo indebitamente effettuato, debba essersi tradotto nell’esecuzione di una prestazione da parte di quel medesimo soggetto (il solvens), con conseguente spostamento patrimoniale in favore di altro soggetto (l’accipiens); e lo sì può dire indebito – e perciò ne consegue il diritto di ripeterlo, a norma dell’art. 2033 c.c. – quando difetti di una idonea causa giustificativa”....

https://www.diritto.it/esigibilita-delle-somme-illegittimamente-addebitate-della-chiusura-del-conto/


le-somme-illegittimamente-addebitate-prima-della-chiusura-del-conto-corrente-sono-esigibili-1541419008b.html