Delitto di Usura

Movimento Vittime dell'Usura e della Estorsione Bancaria.
Assistenza Informativa, Tecnica e Legale

Contatti telefonici: 342 0504778 - 331 9523745


Anatocismo bancario: verso la fine?.

Il nuovo art. 120, comma 2, e la clausola di silenzio-assenso all’anatocismo bancario.

L’interpretazione più rispettosa del testo del nuovo art. 120, comma 2, T.u.b. e più piana, vi legge la possibilità, in ambito bancario, di un anatocismo anche per patto anteriore e con riguardo a interessi maturati per meno di un semestre: la capitalizzazione degli interessi, però, sarebbe possibile una volta sola[3].

L’interpretazione nettamente prevalente, proibitiva dell’anatocismo bancario senza eccezioni[4], per poter intendere «capitalizzare» come se significasse soltanto «conteggiare», fa leva, principalmente, sulla mensdel legislatore storico. Richiamando il principio di parità di trattamento, invece, alcuni Autori riconducono la regola dell’art. 120, comma 2, T.u.b. nell’alveo dell’art. 1283 c.c. e contengono il divieto di anatocismo anche in ambito finanziario nei limiti generali posti dalla norma dell’art. 1283 c.c.[5].

Quello che può essere ricavato dalla Relazione alla proposta di legge è soltanto la volontà di por termine alla prassi in atto, quale permessa dalla delibera del CICR del 2000: una prassi fondata su di un patto anteriore alla scadenza degli interessi anatocistici e consistente in capitalizzazioni infrasemestrali...

http://www.dirittobancario.it/rivista/credito/anatocismo/anatocismo-bancario-verso-la-fine


anatocismo-bancario-verso-la-fine-1457002104b.html