Delitto di Usura

Movimento Vittime dell'Usura e della Estorsione Bancaria.
Assistenza Informativa, Tecnica e Legale

Contatti telefonici: 342 0504778 - 331 9523745


Conto corrente e prescrizione: dopo il recesso stop spese.

Il recesso da un contratto di conto corrente diventa definitivo non appena la banca ha avuto conoscenza della comunicazione inviatagli dal correntista contenente tale volontà: da questo momento, infatti, il contratto di c/c deve ritenersi ormai chiuso e l’istituto di credito non può più addebitare, sul conto medesimo, in un momento successivo, nuove spese, costi e catalizzazione di interessi. Lo ha detto il tribunale di Verbania in una recente sentenza [1]. È contrario, infatti, ai principi di correttezza e buona fede il comportamento della banca che "ricevuto il recesso dal cliente, continui a lasciare aperto il conto al solo fine di addebitare interessi e spese”. Nello stesso momento in cui l’istituto di credito riceve la formale comunicazione di disdetta del correntista si ha la chiusura del conto, con dovere per la banca di redigere il rendiconto finale e determinare il saldo....

http://www.laleggepertutti.it/98250_conto-corrente-e-prescrizione-dopo-il-recesso-stop-spese


conto-corrente-e-prescrizione-dopo-il-recesso-stop-spese-1444212562b.html