Delitto di Usura

Movimento Vittime dell'Usura e della Estorsione Bancaria.
Assistenza Informativa, Tecnica e Legale

Contatti telefonici: 342 0504778 - 331 9523745


Provincia sbancata dalla banda del buco.

Uno faceva debiti, l’altro li garantiva. E adesso, quando solo un miracolo potrebbe consentire alla Provincia di ripianare il buco lasciato con le banche e altri creditori dalla partecipata alessandrina Energia e Territorio, il rischio che a saldare il conto siano i cittadini attraverso l’imposizione di tasse e tributi e altre gabelle si fa sempre più concreto. Già, perché non c’è solo da onorare la fideiussione fornita da Palazzo Ghilini, con delibera del consiglio provinciale del 27 aprile 2010, per garantire il prestito erogato da Monte dei Paschi di Siena per un milione e 800mila euro che già sarebbe un salasso difficilmente sopportabile da un ente  con le pezze al culo. Ci sono pure i 340mila euro frutto dell’escussione di un’altra polizza fideiussoria stipulata da Energia e Territorio con la Banca Popolare di Milano (che inglobò la Cassa di Risparmio di Alessandria) a seguito della risoluzione del contratto di costruzione e gestione delle rete a banda larga avviata all’epoca dalla Provincia di Imperia e fondata su un presunto inadempimento contrattuale da parte di  una delle società figliate da E&T, ovvero la Siweb. La fideiussione era stata stipulata dalla società in qualità di capogruppo mandataria dell’associazione temporanea di imprese che si era aggiudicato l’appalto. Ma, e qui viene il bello si fa per dire, anche in questa circostanza il credito erogato dalle banche risulta garantito da una lettera di patronage della Provincia di Alessandria, sottoscritta dall’allora presidente Paolo Filippi in data 15 settembre 2008...............

http://www.lospiffero.com/sottoscala/provincia-sbancata-dalla-banda-del-buco-20997.html


provincia-sbancata-dalla-banda-del-buco-1427563480b.html