Delitto di Usura

Movimento Vittime dell'Usura e della Estorsione Bancaria.
Assistenza Informativa, Tecnica e Legale

Contatti telefonici: 342 0504778 - 331 9523745


Cartelle nulle senza l'avviso bonario La Cassazione bacchetta il Fisco.

Se prima della cartella esattoriale di Equitalia non si riceve un avviso bonario che invita il contribuente a produrre i documenti che attestino la veridicità della propria dichiarazione, essa è da considerarsi nulla. A stabilirlo è la sentenza numero 15312 emessa lo scorso 4 luglio dalla Corte di Cassazione. Gli Ermellini della Suprema Corte hanno dunque dato ai cittadini una via di fuga dalle odiate e temute cartelle del Fisco. La sentenza è stata emessa in seguito alla richiesta di chiarimenti da parte della stessa Agenzia delle Entrate in merito alle dichiarazioni dei redditi di una società romana. Dopo la presentazione delle dichiarazione dei redditi, gli uffici amministrativi dell'Ente di riscossione eseguono le verifiche necessarie su quanto dichiarato. Tali controlli possono avvenire fino alla fine dell'anno successivo alla presentazione del documento. Se l'Agenzia si accorge che ci sono delle discrepanze tra i dati in suo possesso e la dichiarazione, allora provvede a chiedere dei chiarimenti al contribuente. A questo punto è compito del cittadino fornire le prove a sostegno della veridicità della sua posizione. Nel caso in cui l'Agenzia delle Entrate ritenga insufficienti o non validi i documenti prodotti, deve inviare al cittadino le motivazioni del suo rigetto dandogli così la possibilità di fare, eventualmente, ricorso...............

http://www.laprovinciadivarese.it/stories/Cronaca/sconti-da-equitalia-per-i-big-e-chi-non-ha-voce_1081398_11/


cartelle-nulle-senza-l39avviso-bonario-la-cassazione-bacchetta-il-fisco---delittodiusurait-1412323752b.html