Delitto di Usura

Movimento Vittime dell'Usura e della Estorsione Bancaria.
Assistenza Informativa, Tecnica e Legale

Contatti telefonici: 342 0504778 - 331 9523745


Equitalia, più chance per bloccare l’ipoteca.

Sono queste le principali precisazioni enunciate dalle Sezioni unite della Corte di cassazione, con la sentenza n. 19667 del 18 settembre 2014. Principi che, oltre alle disposizioni normative, occorre tener ben presente per difendersi da questa misura cautelare.
Infatti, in caso di mancato pagamento della cartella entro 60 giorni dalla notifica o dell’avviso esecutivo almeno entro 90 giorni dalla notifica, Equitalia può iscrivere nei registri immobiliari l’ipoteca sugli immobili del debitore al fine di tutelare il credito erariale e garantire l’effettività della riscossione, avendo il diritto di essere soddisfatta con preferenza nel caso di espropriazione. Tuttavia, come sancito dal Dl 70/2011, prima di iscrivere l’ipoteca, l’agente della riscossione è obbligato a notificare al debitore il cosiddetto "preavviso di ipoteca” per invitarlo a pagare le somme dovute entro 30 giorni, con l’avvertenza che, in caso di mancato pagamento, si procederà all’iscrizione di ipoteca.
Cosa fare dopo il preavviso…
In realtà, anche quando il preavviso viene inviato, il contribuente non è privo di contromisure. Innanzitutto, per effetto del Dl 16/2012, è stato previsto il blocco delle iscrizioni di ipoteca in caso di presentazione di un’istanza di dilazione del debito a causa di una temporanea difficoltà finanziaria.
Pertanto, entro 30 giorni dalla notifica del preavviso, il contribuente potrebbe presentare direttamente ad Equitalia un’istanza di dilazione delle somme dovute al fine di evitare l’ipoteca.........

http://www.blitzquotidiano.it/rassegna-stampa/equitalia-piu-chance-bloccare-lipoteca-1993278/


equitalia-pi-chance-per-bloccare-lipoteca---delittodiusurait-1413358381b.html