Delitto di Usura

Movimento Vittime dell'Usura e della Estorsione Bancaria.
Assistenza Informativa, Tecnica e Legale

Contatti telefonici: 342 0504778 - 331 9523745


Impiegato di Equitalia, pubblico ufficiale: scatta la corruzione

Gli impiegati e i funzionari di Equitalia non possono nascondersi dietro un dito: anche loro, infatti, sono considerati pubblici ufficiali nonostante Equitalia sia una società privata (a partecipazione pubblica: 51% dall’Agenzia delle Entrate, 49% dall’Inps). E, pertanto, se per adempiere a un atto d’ufficio, o per ometterlo, o ritardarlo, o per compierne uno contrario ai propri doveri ricevono denaro (o altre utilità), commettono il reato di corruzione [1]. Si pensi all’accettare una rateazione non dovuta o per la quale si è decaduti; o all’ostacolare l’iscrizione di un fermo auto, ecc.   Lo ha precisato la Cassazione con una sentenza di ieri [2]. La pronuncia interviene proprio in un momento in cui la forte crisi sta aumentando i fenomeni di illeciti penali attuati con l’accordo dei contribuenti e gli appartenenti all’amministrazione fiscale o all’agente per la riscossione. Così, la Suprema Corte ha chiarito che, secondo la legge [3], per aversi una pubblica funzione o un pubblico servizio non è necessario che l’impiegato abbia un rapporto di impiego con lo Stato o con un altro ente pubblico. Bisogna, al contrario, verificare il tipo di reale attività che egli esercita e gli scopi perseguiti, per stabilire se l’attività da lui eseguita sia imputabile al soggetto pubblico....

http://www.laleggepertutti.it/57971_impiegato-di-equitalia-pubblico-ufficiale-scatta-la-corruzione


impiegato-di-equitalia-pubblico-ufficiale-scatta-la-corruzione-1414145001b.html