Delitto di Usura

Movimento Vittime dell'Usura e della Estorsione Bancaria.
Assistenza Informativa, Tecnica e Legale

Contatti telefonici: 342 0504778 - 331 9523745


Imprenditore assolto per evasione fiscale riceve da Equitalia cartelle per 30 milioni: «Mi perseguitano».

È stato assolto due volte perché l’evasione fiscale contestatagli 20 anni fa non sussisteva. Eppure Pietro, ormai ex imprenditore oleario umbro, è costretto a fare i conti con una serie di cartelle Equitalia dal valore complessivo di circa 30 milioni di euro, oltre a pignoramenti, fermi amministrativi e ipoteche.

La storia di Pietro La vicenda è articolata e si dipana tra migliaia di carte e documenti che Pietro, spoletino di 43 anni, ha recentemente messo nelle mani del presidente di Federcontribuenti, Marco Paccagnella, dopo aver letto l’attività di assistenza offerta dall’associazione a un imprenditore Veneto per fatti analoghi. In particolare, stando a quanto riferito dall’associazione, Pietro, titolare di tre società per la produzione, trasformazione e commercializzazione dell’olio, nel 1995 ha richiesto un contributo comunitario di circa un miliardo di lire che sarebbe stato erogato in 5 anni per la commercializzazione dell’olio. Un sostegno all’epoca previsto che doveva rappresentare una svolta per lo sviluppo delle sue aziende, ma che invece ha messo in moto una serie di controlli della Guardia di Finanza che tra il 1996 e il 1998 ha contestato un giro di fatture false per diversi miliardi di lire...............

http://www.umbria24.it/imprenditore-assolto-per-evasione-fiscale-riceve-da-equitalia-cartelle-per-30-milioni-mi-perseguitano/342207.html


imprenditore-assolto-per-evasione-fiscale-riceve-da-equitalia-cartelle-per-30-milioni-mi-perseguitano-1422014450b.html