Delitto di Usura

Movimento Vittime dell'Usura e della Estorsione Bancaria.
Assistenza Informativa, Tecnica e Legale

Contatti telefonici: 342 0504778 - 331 9523745


L’anatocismo bancario: spiegazione e prescrizione.

È noto, invece, che le banche utilizzino tale sistema ogni tre mesi: infatti, si parla a riguardo di anatocismo bancario o anche di "capitalizzazione trimestrale degli interessi”. Con tale sistema, le banche hanno a lungo liquidato gli interessi a debito del correntista con frequenza trimestrale, mentre gli interessia credito dello stesso erano liquidati con cadenza annuale: una delle tante disparità, insomma, nei contratti tra istituto di credito e cittadino. Col fatto peraltro dell’addebito degli interessi passivi anatocistici ogni tre mesi, essi andavano a gravare subito – e non a fine anno – sul correntista. Per dare un’idea di quanto possa incidere, in un contratto di conto corrente bancario, l’applicazione di un calcolo anatocistico, si prenda a riferimento il seguente conteggio.

Nonostante il divieto degli interessi anatocistici contenuto nel nostro codice civile, le banche hanno comunque utilizzato a lungo tale tecnica, con l’avallo della Corte di Cassazione. Senonché quest’ultima ha poi definitivamente cambiato orientamento e, con una nota sentenza, ha affermato l’illegittimità degli addebiti bancari per anatocismo anche per il passato. 

La prescrizione dell’azione

Nel 2011, in uno dei tanti articoli del famoso decreto "milleproroghe” del 2010, si è inteso fare un "regalo” alle banche. La norma, definita "salva banche” ha ridotto drasticamente i tempi di prescrizione delle cause di anatocismo, andando peraltro contro la quasi totalità della giurisprudenza della stessa Cassazione. Con essa, infatti, si stabiliva che la prescrizione per far valere l’anatocismo dovesse partire dal giorno dell’annotazione della singola scrittura sul conto corrente.

Ma la Corte Costituzionale ha bocciato questa norma, dichiarandola incostituzionale, ripristinando di fatto il quadro normativo e giurisprudenziale precedente al decreto milleproroghe.

Pertanto, ad oggi, la prescrizione dell’azione di ripetizione – che è di dieci anni – comincia a decorrere:

a) dalla data di un versamento (nell’ipotesi di conto passivo, senza affidamento, oppure di superamento del limite affidato): cosiddetto versamento con natura solutoria;

b) dalla data di chiusura del conto (quando non siano effettuati versamenti, in pendenza di rapporto, o quando il versamento effettuato in pendenza di rapporto abbia una semplice natura ripristinatoria dell’affido utilizzabile).

Se volete approfondire l’ argomento riguardante l’ anatocismo bancario sul nostro sito www.delittodiusura.it  troverete un infinità di articoli e sentenze interessanti, se poi volete ulteriori spiegazioni potete contattarci telefonicamente al seguente numero di tel. 342.05.04.778 http://www. delittodiusura.it/b/ anatocismo/

l-anatocismo-bancario-spiegazione-e-prescrizione.html