Delitto di Usura

Movimento Vittime dell'Usura e della Estorsione Bancaria.
Assistenza Informativa, Tecnica e Legale

Contatti telefonici: 342 0504778 - 331 9523745


Se un imprenditore si sente un uomo solo. Ecco due storie vere.

"Era un sabato, eravamo a casa io, mia mamma e mia sorella. Mio papà era andato a lavorare, come sempre. Generalmente rientrava per pranzo, ma la sera prima ci aveva avvisati che l’indomani sarebbe rientrato tardi perché aveva degli impegni nel pomeriggio. Ha chiamato ad ora di pranzo, poi non l’abbiamo più sentito. L’abbiamo chiamato, ma non rispondeva. Non ha risposto ai messaggi. Abbiamo iniziato a preoccuparci, abbiamo chiamato le persone che doveva incontrare quel giorno. Lo avevano visto tutti fino al pomeriggio, stava bene. Abbiamo pensato ad un incidente. Negli ospedali non c’era, la polizia non aveva notizia di incidenti. Meglio, tutto sommato. Non poteva essere successo niente di grave, abbiamo pensato.

Ma con il passare delle ore l’agitazione aumentava, non sapevamo a cosa pensare. Abbiamo azzardato ogni ipotesi, abbiamo addirittura pensato ad una fuga d’amore. Papà con un’amante è un pensiero ridicolo, ha detto mia sorella. Ha deciso quindi di prendere le chiavi e fare la strada che unisce casa nostra all’azienda di papà, sicura di trovarlo per strada con l’auto in panne e il telefono scarico. Io e mamma a casa; io stavo studiando per un esame all’università, mamma aspettava di sapere dove andare a recuperarli. Quando è squillato il telefono abbiamo sorriso: lo aveva trovato. Sollevare la cornetta ed essere spazzati via da uno tzunami è stato un tutt’uno: mia sorella gridava e piangeva, la sentivo a distanza. Non scorderò mai più quelle tre parole, ripetute insistentemente e continuamente. "Si è impiccato! Si è impiccato! Si è impiccato!” Un disco rotto, si è fermato tutto lì. ".................

http://www.italiapost.info/181412-mela-rossa-imprenditori-suicidio-suicidi-crisi/


se-un-imprenditore-si-sente-un-uomo-solo-ecco-due-storie-vere-1421760204b.html