Delitto di Usura

Movimento Vittime dell'Usura e della Estorsione Bancaria.
Assistenza Informativa, Tecnica e Legale

Contatti telefonici: 342 0504778 - 331 9523745


Corte di Cassazione, Sez. Civ. III, sentenza n. 10752 16 del 25 05 2016, la Corte ha sottolineato che è principio consolidato secondo cui la“rideterminazione del saldo del conto deve avvenire attraverso i relativi estratti a partire dalla data della sua apertura.

Corte di Cassazione, Sez. Civ. III, sentenza n. 10752-16 del 25-05-2016, la Corte ha sottolineato che è principio consolidato secondo cui la"rideterminazione del saldo del conto deve avvenire attraverso i relativi estratti a partire dalla data della sua apertura…” ed è altrettanto consolidato il principio secondo cui la Banca ha l’onere di dimostrare il credito mediante "la produzione degli estratti conto dall’inizio del rapporto” ...."la costituzione dell'obbligo di pagare interessi in misura superiore a quella legale richiede la forma scritta "ad substantiam", sicché, nel caso di mancata sottoscrizione del relativo patto da parte di entrambi i contraenti, non può ritenersi che un accordo siffatto si sia concluso "per facta concludentia" ed ancora: "la mancata contestazione degli estratti conto inviati al cliente dalla banca, oggetto di tacita approvazione in difetto di contestazione ai sensi dell'art. 1832 cod. civ., non vale a superare la nullità della clausola relativa agli interessi ultralegali, perché l'unilaterale comunicazione del tasso d'interesse non può supplire al difetto originario di valido accordo scritto in deroga alle condizioni di legge, richiesto dall'art. 1284 cod. civ. " ed infine, la nullità della clausola relativa alla commissione di massimo scoperto "…è rilevabile d’ufficio”/website/data/cassazione civile/cassazione 10752 del 25.05.2016.pdf
Apri in pdf

cassazione-civile
homepage