Delitto di Usura

Movimento Vittime dell'Usura e della Estorsione Bancaria.
Assistenza Informativa, Tecnica e Legale

Contatti telefonici: 342 0504778 - 331 9523745


Mutuo in Usura Pattizia: il Tribunale di Venezia il Giudice veneto, ha stabilito che non è corretto procedere in astratto alla semplice sommatoria tra il tasso corrispettivo e quello moratorio al fine della verifica dell’usura.

Il Tribunale di Venezia Il giudice veneto, in realtà, ha stabilito che non è corretto procedere in astratto alla semplice sommatoria tra il tasso corrispettivo e quello moratorio al fine della verifica dell’usura, in quanto la base di calcolo dei due tassi è assolutamente diversa (per il tasso corrispettivo è il capitale residuo mentre per il tasso moratorio è la rata – quota capitale più quota interesse – non pagata).   Il tribunale, però, ha precisato che nel solo caso in cui vi sia un ritardo nel pagamento di una o più rate e quindi il pagamento effettivo di interessi di mora, si potrebbe procedere alla sommatoria, ma non quella pura e semplice dei tassi indicati in contratto bensì rapportando la somma di interessi corrispettivi e moratori alla quota capitale della rata non pagata.   Sembrerebbe quindi che il Tribunale di Venezia confermi la possibilità di una sommatoria dei tassi moratori e dei corrispettivi soltanto ai fini della verifica dell’usura sopravvenuta, tenendo però conto delle diverse basi di calcolo su cui vengono conteggiati/website/data/filescorrelati/tribunale ordinario venezia.pdf

ordinanze
homepage