Delitto di Usura

Movimento Vittime dell'Usura e della Estorsione Bancaria.
Assistenza Informativa, Tecnica e Legale

Contatti telefonici: 342 0504778 - 331 9523745


Tribunale di Milano: Il G.I. con ordinanza del 23 06 2015 ha affermato che non deve essere concessa la provvisoria esecuzione di un decreto ingiuntivo per l’intera somma richiesta qualora, dalla documentazione in atti, emerga la possibilità che, sul conto corrente oggetto di pretesa monitoria, siano stato addebitate delle rate di mutuo in costanza di saldo passivo del conto corrente medesimo.

Tribunale di Milano: Il G.I. con ordinanza del 23-06-2015 ha affermato che non deve essere concessa la provvisoria esecuzione di un decreto ingiuntivo per l’intera somma richiesta qualora, dalla documentazione in atti, emerga la possibilità che, sul conto corrente oggetto di pretesa monitoria, siano stato addebitate delle rate di mutuo in costanza di saldo passivo del conto corrente medesimo. Nel caso di specie, in effetti, la Banca addebitava le rate del finanziamento su un conto corrente privo di provvista, così generando uno sconfinamento. Le rate medesime, di conseguenza, venivano gravate - non da interessi di mora, ma - dal tasso di interesse di extrafido del conto corrente e, addirittura, dalla commissione di massimo scoperto. Tali oneri (che, nella sostanza, costituiscono una mora) erano poi oggetto, in violazione del divieto di capitalizzazione di interessi di mora, di capitalizzazione trimestrale/website/data/ordinanze/tribunale di milano ordinanza del 23-06-2015 usura bancaria.pdf

ordinanze
homepage