Delitto di Usura

Movimento Vittime dell'Usura e della Estorsione Bancaria.
Assistenza Informativa, Tecnica e Legale

Contatti telefonici: 342 0504778 - 331 9523745


Tribunale di Firenze: Il Giudice con sentenza n. 2304 16 del 20 06 2016 condanna la Banca al risarcimento per i danni non patrimoniali alla somma di euro 25 000 00.

Tribunale di Firenze: Il Giudice con sentenza n. 2304-16 del 20-06-2016 ha sottolineato che il correntistà ha prodotto il certificato del Dipartimento Militare di Medicina Legale di La Spezia dove chiaro riferimento contenuto nel certificato alla richiesta di accedere al fondo di rotazione per solidarietà delle vittime dei reati di tipo mafioso, delle richieste estorsive e dell'usura ed alla richiesta prefettizia di accertamento del nesso causale fra il fatto delittuoso e l'evento lesivo ha provocato l'invalidità, se da una parte esclude ogni riferimento al fatto qui giudicato dell'illegittimità della segnalazione, così da non poter essere assunta la percentuale di invalidità direttamente quale dato di riferimento per una liquidazione del danno biologico riconosciuto in tale sede, peraltro non richiesta dal correntistà, dall'altro pone l'illegittima segnalazione a Centrale Rischi da parte della Banca, che ha comunque ignorato il decreto prefettizio di sospensione di tutti i termini per 300 giorni ex art. 20 legge 44/99 nei confronti del correntistà, proprio per la medesima causale quale soggetto vittima di usura, in diretto e conseguenziale rapporto di aggravamento obiettivo della situazione e delle conseguenze dell'usura o subita, ignorate dalla Banca. L'insieme di tali considerazioni depone dunque fortemente nel senso del riconoscimento al correntistà del  risarcimento richiesto per i danni non patrimoniali subiti, condanna pertanto la BANCA SPA al risarcimento del danno subito da mediante il pagamento a quest'ultimo della somma di E 25.000,00 oltre al pagamento delle spese processuali che si liquidano in € 4.750,00./website/data/sentenze/sentenza n. 2304.16.pdf



Apri in pdf

sentenze
homepage