Delitto di Usura

Movimento Vittime dell'Usura e della Estorsione Bancaria.
Assistenza Informativa, Tecnica e Legale

Contatti telefonici: 342 0504778 - 331 9523745


Il suicida lascia un biglietto ​"Mi uccido per colpa della crisi".

MONTE ROBERTO - Oggi è il giorno dell’addio. Il giorno più triste perchè il dolore non cede il passo alla rassegnazione, anzi si alimenta di una rabbia cieca.

Oggi familiari e amici daranno l’ultimo addio ad Andrea S., il 47enne originario di Roma e residente in via Costa 20, che l’altra sera si è tolto la vita nella sua abitazione. Andrea, odontotecnico, soffriva. Sembra che alla base del drammatico gesto vi fossero problemi economici legati alla crisi. E’ questo che ha lasciato scritto in un biglietto d’addio e di scuse alla compagna Isabella e ai fratelli, ai nipoti e a quanti gli volevano bene.

Un’altra vittima di questa feroce crisi economica che strozza i piccoli imprenditori e altri lavoratori autonomi spingendoli sull’orlo del baratro. Andrea non ce la faceva più. Si sentiva solo, abbandonato non dalle persone ma dallo Stato. Deluso, rassegnato. Il suo grido di dolore e solitudine lo aveva lanciato in rete, attraverso dei post condivisi in cui le parole di cantanti e autori interpretavano quello che per lui doveva essere un crescente senso di distacco dalla

vita. Una decisione, quella di farla finita, che maturava inconsciamente. "Poi a un tratto la sera è diventata notte. A volte non hai il tempo di accorgertene, le cose capitano in pochi secondi. Tutto cambia. Sei vivo, sei morto. E il mondo va avanti", scriveva Bukowski e Andrea lo condivideva il 12 novembre. Già dal mese di ottobre i suoi post erano un segnale di disagio.............

http://m.corriereadriatico.it/articolo.php?id=1052552


il-suicida-lascia-un-biglietto-quotmi-uccido-per-colpa-della-crisiquot-1418489174b.html