Delitto di Usura

Movimento Vittime dell'Usura e della Estorsione Bancaria.
Assistenza Informativa, Tecnica e Legale

Contatti telefonici: 342 0504778 - 331 9523745


Bond argentini: vince la causa, ma nel frattempo è morto.

Bond argentini:  alla fine l’uomo che perse tutti i suoi risparmi ha avuto ragione, ma è morto senza saperlo. È la storia di una vittoria amara quella raccontata dal giornale La Nazione di martedì 3 febbraio. La corte d’appello ha condannato il Monte dei Paschi di Siena a restituire 80mila euro al professor Enzo Tafi,  i risparmi, tutti i suoi risparmi,   investiti nei bond argentini. L’amarezza sta nel fatto che l’uomo non ha potuto festeggiare questa vittoria, perché nel frattempo – cinque anni fa – è deceduto ultranovantenne. E prima di andarsene aveva lasciato le sue ultime volontà e, tra queste, anche quella di non arrendersi verso l’istituto di credito. Una volontà che è stata premiata. Dopo che il tribunale di Pistoia, in primo grado  (nel 2006) accolse le ragioni della banca partì l’appello, perché, come spiega l’avvocato di Tafi, si riteneva che la banca avesse «violato tutti gli obblighi informativi», al momento dell’acquisto dei bond. Acquisto avvenuto con un «colpevole silenzio», dal momento che «tutte le banche conoscevano la situazione prefallimentare argentina»..................

http://iltirreno.gelocal.it/pistoia/cronaca/2015/02/03/news/bond-argentini-vince-la-causa-ma-nel-frattempo-e-morto-1.10792176


bond-argentini-vince-la-causa-ma-nel-frattempo--morto-1423351937b.html