Delitto di Usura

Movimento Vittime dell'Usura e della Estorsione Bancaria.
Assistenza Informativa, Tecnica e Legale

Contatti telefonici: 342 0504778 - 331 9523745


Cos’è la Centrale Rischi?.

La quantità di informazioni contenute nella Centrale Rischi Banca d’Italia è veramente elevata. Oltre a rappresentare, sia dal punto quantitativo sia da quello qualitativo, informazioni dettagliate sugli affidamenti passati, consente di analizzare, con un ritardo massimo che varia dai 40 ai 70 giorni, anche i dati relativi agli affidamenti attualmente in essere. Tale importantissima caratteristica consente a questo enorme "database” di restare sempre aggiornato e di essere il fulcro fondamentale per ogni analisi riguardante la struttura finanziaria dell’azienda. L’obbligo di Iscrizione in Centrale Rischi da parte di Banche e Finanziarie scatta quando:

  • la sommatoria degli affidamenti o delle garanzie ricevute da un singolo istituto di credito è pari o superiore a 30.000 €
  • vi siano posizioni in sofferenza pari o superiori a 250 €
  • vi siano crediti passati a perdita

N.B. Nessun dato/informazione può essere cancellato dalla Centrale Rischi Banca d’Italia a meno che non sia errata o illegittima.

In cosa consiste l’Analisi Centrale Rischi?

L’Analisi Centrale Rischi serve per verificare se la Tua Azienda è stata segnalata nelle Centrali Rischi e per questo non riesci più ad ottenere finanziamenti o risultino insoluti a carico.

L’Analisi Centrale Rischi include:
  • visura della Centrale Rischi BANCA D’ITALIA
  • valutazione di eventuali segnalazioni negative
  • evidenza di eventuali segnalazioni negative o errate per cui è possibile richiedere la cancellazione
  • valutazione delle possibilità di accesso al credito (mutui, prestiti, leasing, etc)
L’Analisi Centrale Rischi risulta utili al fine di:
  • richiedere affidamenti adeguati alle proprie esigenze
  • effettuare un’attenta pianificazione finanziaria
  • evitare gli sconfinamenti
  • evitare lo scaduto persistente ("past due”)
  • evitare i crediti scaduti impagati (insoluti)
  • prestare attenzione a tutte le sezioni della Centrale Rischi
  • Controllo – Verifica – Valutazione

    Non capisci il motivo del rifiuto di un prestito oppure hai intenzione di chiedere un prestito, mutuo e conoscere la tua posizione nelle centrali rischi? 

    La Tua Centrale Rischi è fatta di decine di pagine complicate da richiedere, difficili da comprendere ed impossibili da analizzare completamente.

    Per questo Il Delitto di Usura si occuperà di gestire tutti gli aspetti burocratici della richiesta Centrale Rischi e di elaborare i dati in modo da rendere tutto più chiaro per una lettura facilitata e sintetica dei dati estrapolati.  è evidentemente un’opzione che impone estrema cautela nel suo utilizzo, perché  in grado di innescare un "meccanismo a catena”, particolarmente dannoso per il cliente, per una serie di ragioni. In primo luogo, perché determina l’esclusione, dal sistema del credito, di un soggetto, per esempio un’impresa, che fa dell’accesso al credito, una condizione indispensabile per la propria sopravvivenza. In secondo luogo, e a maggior ragione, per il fatto che, l’istruttoria per l’accertamento della posizione o meno di sofferenza del credito, viene effettuata unilateralmente, senza che vi partecipi, in qualche forma di contraddittorio, l’imprenditore interessato.

    Le banche, dunque, nel comunicare alla Banca d’Italia le esposizioni debitorie extra-affidamento, così come rilevate dagli e/c bancari, si assumono ogni rischio connesso alla veridicità degli stessi.

    Ne consegue, soprattutto, che l’illegittima o errata segnalazione da parte della Banca, costituisce un danno, ingiustamente arrecato al cliente, sotto diversi profili.

    Sul punto, esiste una consolidata giurisprudenza. Per approfondire l'argomento visita il sito del Delitto di Usura http://www.delittodiusura.it




cos-la-centrale-rischi-1474626045b.html