Delitto di Usura

Movimento Vittime dell'Usura e della Estorsione Bancaria.
Assistenza Informativa, Tecnica e Legale

Contatti telefonici: 342 0504778 - 331 9523745


Onere probatorio del correntista nell’azione di accertamento negativo .del credito e di ripetizione dell’indebito.

I Giudici espressisi in argomento hanno, preliminarmente, ribadito il principio generale, secondo il quale grava sull’attore correntista l’onere di produrre i contratti e egli estratti conto del rapporto, sottolineando, in ossequio a quanto affermato dalla giurisprudenza di legittimità (Cass. n. 20693/2016; Cass. Sez. 3, Sentenza n. 5896 /2006) che nei rapporti bancari in conto corrente, una volta che sia stata esclusa la validità, per mancanza dei requisiti di legge, della pattuizione di interessi ultralegali a carico del correntista [ma lo stesso può dirsi per la nullità di altre pattuizioni inerenti al conto], la rideterminazione del saldo del conto deve avvenire attraverso i relativi estratti, così effettuandosi l'integrale ricostruzione del dare e dell'avere, con applicazione del tasso legale, sulla base di dati contabili certi in ordine alle operazioni ivi registrate, inutilizzabili, invece, rivelandosi, a tal fine, criteri presuntivi od approssimativi.....

http://www.dirittobancario.it/giurisprudenza/banca-e-finanza/conto-corrente/onere-probatorio-del-correntista-nell-azione-di-accertamento-negativo-del-credito


onere-probatorio-del-correntista-nellazione-di-accertamento-negativo-del-credito-e-di-ripetizione-dellindebito-1519380945b.html