Delitto di Usura

Movimento Vittime dell'Usura e della Estorsione Bancaria.
Assistenza Informativa, Tecnica e Legale

Contatti telefonici: 342 0504778 - 331 9523745


USURA BANCARIA

Si parla di usura bancaria ogni qualvolta il costo del denaro superi la soglia del Tasso Soglia d'Usura che è stato determinato dal Legislatore (art. 2 L. 108/96) attraverso il  Tasso Effettivo Globale (T.E.G.), tasso che viene rilevato dalla Banca D'Italia con cadenza trimestrale.


Per determinare se il tasso d'interesse è usuraio o meno, oltre al normale tasso d'interesse che viene indicato al correntista, si tiene conto anche delle commissioni, delle spese e di qualsiasi altra voce che collegata all'erogazione del prestito e/o del credito in conto corrente, con esclusione delle vosi inerenti a tasse e imposte dovute allo stato.

Molto spesso si tende a credere che il tasso di usura non sia tale se non superi il TAEG (Tasso annuo effettivo globale) ossia l'Indice o Indicatore sintetico di costo, ma in realtà per determinare se il tasso applicato ricade in usura o meno, è necessario inserire nel calcolo anche altri dati relativi a costi che non appaiano immediatamente rilevabili ma che lo diventano attraverso appositi calcoli matematici, come ad esempio gli interessi che provengono dall'applicazione della valuta, quelli generati dall'anatocismo, dagli interessi derivanti dalla commissione di massimo scoperto e per ultimo, anche delle voci di spesa che non siano tasse e/o imposte dovute allo stato.

Per effettuare questo calcolo occorrono gli scalari trimestrali del conto corrente da analizzare (estratti conto) e con essi ricavare una preanalisi che permetta immediatamente di valutare gli importi che non erano dovuti.

Quindi, se al termine di questi calcoli risulta che il TAEG effettivo è superiore a quanto dichiarato dalla banca e superiore al TEG (Tasso Effettivo Globale), allora esiste usura.

Inoltre se il TAEG è superiore al  50% del TEGM gli interessi bancari sono sempre considerati usurai.

usura-bancaria.html