Delitto di Usura

Movimento Vittime dell'Usura e della Estorsione Bancaria.
Assistenza Informativa, Tecnica e Legale

Contatti telefonici: 342 0504778 - 331 9523745


Partite Iva: dove c'è un lavoratore autonomo c'è rischio povertà

MILANO - Le famiglie con fonte principale da lavoro autonomo sono quelle più a rischio povertà. Nel 2013, il 24,9 per cento ha vissuto con un reddito disponibile inferiore a 9.456 euro annui (soglia di povertà calcolata dall'Istat). Praticamente, al lordodelle possibili distorsioni delle dichiarazioni reddituali messe in luce anche da Bankitalia, una su quattro si è trovata in seria difficoltà economica. Per quelle con reddito da pensioni, il 20,9 per cento ha percepito entro la fine dell'anno un reddito al di sotto della soglia di povertà, mentre per quelle dei lavoratori dipendenti il tasso si è attestato al 14,4 per cento (quasi la metà rispetto al dato riferito alle famiglie degli autonomi). I dati presentati dall'Ufficio studi della Cgia dicono che la crisi ha colpito soprattutto le famiglie dei piccoli imprenditori, degli artigiani, dei commercianti, dei liberi professionisti e dei soci di cooperative. Dopo quasi sette anni di crisi, il cosiddetto ceto medio produttivo e' sempre più in affanno: oggi è il corpo sociale che più degli altri è scivolato verso il baratro della povertà e dell'esclusione sociale......

http://www.repubblica.it/economia/2014/11/08/news/partite_iva_dove_c_un_lavoratore_autonomo_c_rischio_povert-100056605/


partite-iva-dove-c-e-un-lavoratore-autonomo-c-e-rischio-poverta-1415799355b.html